Bassa intensità assistenziale

Il servizio di bassa intensità assistenziale è denomintato ROLLING STONES.

formazione e sensibilizzazione

L'Opera Bonomelli svolge un'azione di sensibilizzazione nel territorio e all'interno di reti nazionali ed europee.

A livello locale si persegue l'obiettivo di ridurre stereotipi e pregiudizi sostituendo ad essi una obiettiva consapevolezza riguardo al fenomeno dell'esclusione. A tal fine si realizzano incontri di sensibilizzazione e percorsi formativi rivolti a gruppi, a studenti, ecc..

Il seguente spot-video, realizzato dagli studenti della classe 3 ITE - Scuola Imiberg - Bergamo, è un esempio di come il percorso di sensibilizzazione e formazione rivolto ai giovani abbia suscitato interessanti forme di collaborazione e un diretto coinvolgimento in azioni concrete.

 

 

Dire, fare, abitare

"Dire, fare, abitare" è il nome dell'esperienza bergamasca di un progetto più ampio (Progetto "Emergenza dimora") finanziato da Fondazione Cariplo.

Il progetto "Emergenza dimora - Dire fare abitare" mira a attivare servizi residenziali di prima accoglienza, secondo logiche di nuova concezione: in alternativa alle strutture meramente assistenziali (ad es. dormitori), il progetto ha consentito la realizzazione di micro-strutture di ospitalità notturna o semiresidenziale, distribuite sul territorio.

Oltre al servizio in sé, il progetto mira a potenziare le capacità di accoglienza e di solidarietà dei territori,  favorendo il necessario consenso e il coinvolgimento degli abitanti, per rendere il problema più territorialmente avvicinabile e gestibile. Si mira a rafforzare e ampliare le reti tra le organizzazioni e a favorire i percorsi di reinserimento sociale delle persone prese in carico. 

L'Opera Bonomelli Onlus è capofila  della rete bergamasca dei soggetti attivi sul tema dell’emarginazione e del reinserimento socio-abitativo. Nel 2009 sono stati aperte le due strutture di accoglienza ottenute per dieci anni (rispettivamente cedute dal Comune di Bergamo e dalla parrocchia di Longuelo). Gli alloggi attualmente abitati in modo stabile da 6 persone in forte disagio abitativo, segnalati dalla rete di soggetti invianti e da un gruppo di giovani volontari, selezionati, formati e supportati dalla rete dei partner.

  

Sei un giovane fra i 19 e i 40 anni interessato a fare esperienza di CO-housing?

Contattaci Subito!

 per informazioni: cell. 3487691823 - 3391376326

  Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.    Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.   

  

                   Vedi VOLANTINO

 

 

E’ attivo il blog del progetto.

 

A seguito sono proposti alcuni video. 

 

Comunità GRUPPO AFFARI

 

Tipologia : comunità alloggio di risocializzazione e reinserimento settore disagio psichico

 

N° posti max.: 13

E' un servizio rivolto a persone in condizione di marginalità correlata ad una sofferenza psichica grave, spesso diagnosticata dal servizio psichiatrico

 

 

 

 

comunità PRIMA ACCOGLIENZA

 

 

Tipologia: comunità alloggio per adulti

 

N° posti max.: 15

 

 

 

E' una comunità di bassa soglia funzionale all'orientamento verso servizi esterni o interni alla struttura (le comunità di settore), che svolgono percorsi riabilitativi. La comunità accoglie anche persone senza dimora, in condizione di salute precaria, che devono trascorrere un periodo di convalescenza all'interno di una struttura attrezzata alla cura e all'accompagnamento. Alcuni utenti frequentano la struttura solo durante la fascia diurna.

 

Sostieni il servizio di accoglienza: DONA QUI

sostieni

volontariato

Questo sito web utilizza cookie tecnici e di terze parti per fornire alcuni servizi.

Cliccando sul pulsante OK, acconsenti all'utilizzo dei cookie di terze parti utilizzo in conformità alla nostra informativa sulla privacy e cookie policy.

Il consenso può essere revocato in qualsiasi momento.